---

Carissimi,
siamo lieti di inviare il comunicato stampa, con cortese richiesta di pubblicazione, relativo a:

 

DAL CIBO AL PAESAGGIO
Il contributo dell’Istituto Cervi e della Regione Emilia Romagna alla Carta di Milano

 

Rimanendo a disposizione per invio di ulteriori materiali, richiesta di interviste, ecc.
I nostri più cari saluti e ringraziamenti per la collaborazione.
 
Liviana Davì
Ufficio Stampa Istituto Cervi
Email: stampa@istitutocervi.it
Tel: 0522 678356

---

Comunicato Stampa con gentile richiesta di pubblicazione e/o diffusione

 

DAL CIBO AL PAESAGGIO
Il contributo dell’Istituto Cervi e della Regione Emilia Romagna alla Carta di Milano

Nella Settimana del protagonismo dell’Emilia Romagna, Istituto Cervi e Regione insieme all’Expo per portare un contributo alla Carta di Milano, con una specifica attenzione per il paesaggio.

A Milano, domenica 20 settembre 2015, nella Sala meeting del quarto piano di Palazzo Italia, il forum “INSEGNARE IL PAESAGGIO”, composto da professori afferenti al Comitato Scientifico dell’Istituto Cervi e da amministratori e funzionari pubblici della Regione, ha messo a punto un documento incentrato sui legami tra cibo e paesaggio, con l’intento di mostrare come l’obiettivo generale di “nutrire il pianeta” si possa conseguire anche attraverso adeguate politiche di salvaguardia e di valorizzazione del paesaggio, di quello agrario in particolare, come specchio di una agricoltura sostenibile e della qualità delle produzioni alimentari.

Il Forum è stato coordinato da Anna Mele, responsabile del Servizio pianificazione e paesaggio della Regione e concluso da Rossano Pazzagli, storico dell’Università del Molise, territorialista e direttore della Summer School intitolata a Emilio Sereni che l’Istituto Cervi organizza ogni anno nella sua sede di Gattatico. “Partendo dal cibo che costituisce l’obiettivo centrale della Carta di Milano – ha detto Rossano Pazzagli diventa necessario considerare la questione del paesaggio, inteso come il risultato dell’incontro tra uomo e natura orientato a produrre beni alimentari attraverso l’agricoltura”.

Nel forum sono emerse in particolare le tematiche di un recupero del protagonismo degli individui e delle comunità, della partecipazione come base della democrazia e della democrazia alimentare in particolare, della vulnerabilità del territorio, di un nuovo rapporto tra locale e globale, tra città e campagna e tra saperi esperti e saperi contestuali.
Tutto questo dovrà sfociare in impegni concreti per la formazione e l’educazione al paesaggio, collegata all’educazione ambientale e alimentare. Un’azione pedagogica e culturale che accompagni le nuove generazioni verso una consapevolezza piena dell’importanza pratica, simbolica, etica e civile del paesaggio, a partire dal suo rapporto con il lavoro e con l’alimentazione.

Sulla necessità di nuove strategie e nuove politiche su paesaggio e cibo si è soffermata la sen. Albertina Soliani, presidente dell’Istituto Cervi: “Bisogna partire dal ruolo importante dell’agricoltura e dal valore sociale dei contadini, per fare in modo che anche la questione del cibo sia affrontata a livello italiano e mondiale secondo metodi e principi di democrazia e di giustizia, che rimandano tra l’altro all’esperienza della famiglia Cervi”.

L’iniziativa a Expo ha rappresentato una interessante finalizzazione delle esperienze culturali e formative condotte in questi anni sia dalla Regione Emilia Romagna con progetti di ampio respiro come “Materia paesaggio”, sia dall’Istituto Cervi con l’organizzazione delle sette edizioni della Summer school Emilio Sereni. “Esperienze avanzate – ha sottolineato Gabriella Bonini, responsabile della Biblioteca-Archivio di Emilio Sereni – che fanno dell’ambito emiliano una sede privilegiata per offrire indicazioni di contenuto e di metodo che possono valere anche a livello generale, nazionale, per diffondere una coscienza paesaggistica che non è solo un aspetto estetico, ma economico, etico e politico al tempo stesso”.

Per l’istituto Cervi sono intervenuti anche i professori Elena Corradini, Carla Danani, Emiro Endrighi, Carlo Tosco, Carlo Gemignani, Mario Calidoni, più Alberto Giombetti di C.I.A. nazionale.

Ufficio Stampa e Comunicazione Istituto Cervi

Liviana Davì - Tel. 0522.678356 - stampa@istitutocervi.it

---
---