Diventa mecenate di Casa Cervi. Sostienici con Art Bonus e godi di importanti benefici fiscali

Sostenere Casa Cervi è una scelta consapevole di libertà e di antifascismo.
Sostieni la memoria del nostro passato e della Resistenza dei nostri padri e dei nostri nonni. Per un futuro senza ingiustizie, disuguaglianze, dittature.

Dona ora!

 

Da oggi anche l’Istituto Alcide Cervi fa parte di Art Bonus, il portale del Governo italiano dove è possibile sostenere decine di musei e istituti culturali e storici italiani. Diventare mecenate culturale tramite Art Bonus permette di ricevere importanti benefici fiscali.

 

Perché donare al Museo Cervi?

Il Museo Cervi è uno dei più importanti musei italiani di storia contemporanea e della Resistenza in pianura, che nasce come sviluppo della casa contadina abitata dalla Famiglia Cervi a Gattatico, fra Reggio Emilia e Parma. Nato spontaneamente, grazie alle tantissime persone che dal dopoguerra lo hanno visitato testimoniando la necessità di trasmettere la memoria della vicenda della famiglia Cervi. Casa Cervi è oggi un moderno Museo dove si racconta uno spaccato di storia contemporanea a partire dal secondo Novecento e fino ai giorni nostri, a partire dalla originalità della vicenda della famiglia Cervi. Con gli oggetti di vita e di lavoro della famiglia, coi documenti pervenuti sono state allestite le sale del percorso di visita, arricchite anche con opere d’arte, manufatti, oggetti giunti in dono dal dopoguerra ad oggi da parte dei visitatori. Nel percorso di visita, di cui partirà a breve un aggiornamento di alcuni contenuti e soprattutto delle modalità di fruizione, è possibile immergersi nella storia delle campagne, della loro evoluzione, dei lavori della terra lungo il filo dalla vicenda della famiglia Cervi, e insieme capire gli snodi più importanti della nostra storia a partire dalla Resistenza, e dalla Costituzione, per arrivare alle questioni che interessano anche oggi la vita individuale e collettiva.

 

Se dono con ArtBonus di quali importanti agevolazioni fiscali potrò godere?

La legge 29 luglio 2014, n. 106, nell’ambito delle “Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo”, ha introdotto all’ Articolo 1 – “Art-bonus”, un credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura. Il credito d’imposta spetta nella misura del 65% delle erogazioni liberali effettuate. La legge di stabilità 2016 ha stabilizzato e reso permanente l’Art bonus, agevolazione fiscale al 65% per le erogazioni liberali a sostegno della cultura. In relazione alla qualifica del soggetto che effettua le erogazioni liberali sono previsti limiti massimi differenziati di spettanza del credito d’imposta. Qui tutti i dettagli.

 

La somma che posso donare è libera? Come posso effettuare il pagamento?

Certo, puoi decidere tu l’importo della erogazione liberale. Il pagamento può essere fatto via bonifico bancario: qui tutte le informazioni.

 

A quale progetto contribuirò se dono al Museo Cervi?

Contribuirai concretamente alla realizzazione di fondamentali interventi di conservazione e di restauro, in un progetto chiamato La memoria degli oggetti. Oggi il Museo Cervi necessita di un aggiornamento, nel rapporto coi pubblici, e in particolare con il pubblico più giovane. Per questo si mette mano a una rivisitazione dei criteri espositivi del patrimonio esposto, per una sua valorizzazione ma anche per maggiore efficacia nella comunicazione dei contenuti storici. Il percorso si doterà di una grafica rinnovata, di apparati multimediali aggiornati, mentre verranno rivisti i contenuti, le descrizioni degli oggetti/opere/documenti e manufatti esposti. Un ruolo centrale lo ha il patrimonio, che trasmette a un tempo storia e memoria. Per questa centralità, si rendono necessari alcuni interventi conservativi e di restauro degli oggetti esposti In particolare si interviene sulla pulitura e il restauro di bandiere e giubbe, ovvero di manufatti tessili, da riesporre nel percorso rinnovato, per sottolineare i passaggi nodali della storia recente che raccontano, riferendosi alla Resistenza. Si intende anche intervenire sul restauro conservativo di libri di storia e di cultura generale, che fanno parte del patrimonio librario e archivistico del Museo e che sono stati fondamentali per la formazione della Famiglia Cervi. Anche i libri saranno esposti nel nuovo percorso aggiornato. Leggi il progetto completo.

Sostenere Casa Cervi è una scelta consapevole di libertà e di antifascismo.
Sostieni la memoria del nostro passato e della Resistenza dei nostri padri e dei nostri nonni. Per un futuro senza ingiustizie, disuguaglianze, dittature.

Dona ora!

Puoi sostenere Casa Cervi anche in altri modi! Ecco quali.

Prova anche

Chiusura del Museo Cervi e dei servizi al pubblico. L’Istituto Cervi prosegue l’attività

Da venerdì 6 novembre 2020 il Museo Cervi è chiuso al pubblico, in ottemperanza alle misure di emergenza anti-Covid del nuovo DPCM, valido fino al prossimo 3 dicembre.