Festival di Resistenza 2022: i vincitori

 

I VINCITORI

 

1° classificato | Mio padre non è ancora nato di Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani
Baglioni e Bellani costruiscono uno spettacolo essenziale e potente, fondato su una scrittura affilata e un’azione scenica nitida e carica di valori simbolici. La drammaturgia, articolata su tre registri narrativi, fa sì che la protagonista, anche mediante la relazione con il pubblico, persista ostinatamente nella ricerca di un rapporto – mai facile, spesso conflittuale – con il padre, quasi un estraneo. La Giuria del Festival Teatrale di Resistenza premia questo spettacolo perché attraverso l’esplorazione delle contraddizioni che imbrigliano e lacerano i legami generazionali – non solo a livello intrafamiliare – fa emergere la necessità irriducibile di riallacciarli, mantenerli in vita, farli durare nonostante tutto, per venire a patti con la propria identità, con la propria possibilità di esistenza, con l’avvenire, del singolo e della collettività.

2° classificato | Questa è la mia vita di L.O.F.T. Progetti&Teatro
Sandra Soncini, attrice rigorosa e sensibile, offre un’interpretazione convincente in questo monologo integralmente basato sulle memorie scritte di Adalgisa Conti, internata in manicomio a soli 26 anni nel 1913 e mai più restituita al mondo. Soncini, diretta da Carlo Ferrari, si muove su una scena minimalista, lavorando di sottrazione nel delineare, con sapiente uso della voce e della microgestualità, il ritratto vibrante di una paziente che tenta di resistere con tutte le forze all’annientamento dell’istituzione totale che la sta per inghiottire. La Giuria del Festival Teatrale di Resistenza premia Questa è la mia vita perché ha il merito di non incappare in facili pietismi e vittimismi, opponendo alla violenza sistemica del manicomio l’esuberanza, anche linguistica, di una donna che vorrebbe solo vivere.

Vincitore Premio “Gigi dall’Aglio” (Giuria Giovani Under 30) | Alluccamm di Ellegipì TEATRO20
Abbiamo deciso di premiare Alluccam di Luca pizzurro. Le tematiche che ci hanno fatto vivere, sono davvero molteplici, ma il filone narrativo l’abbiamo trovato ben strutturato ed originale; i personaggi sono ben caratterizzati: sia dal punto estetico che psicologico. L’interpretazione degli attori, nonostante l’uso del dialetto napoletano, è stata chiara ed accessibile a tutti. Sono riusciti a raccontarci una storia, la cui tematica principale, parte da un difficile coinvolgimento emotivo per tutti noi. I “femminielli” sono figure che molti di noi non vivono nel quotidiano. Ciò nonostante, sono riusciti a farci empatizzare su questa realtà a noi sconosciuta. Lo spettacolo, tratta, soprattutto, la tematica dell’amore. I due femminielli si danno man forte a vicenda, sopportandosi e amandosi. Creando positività e speranza nella miseria della guerra. Il finale accentua la loro eroicità, un grido di forza che ci invita a resistere!

 

È tutto pronto per la XXI edizione del Festival di Resistenza – Teatro per la Memoria: sette serate per sette spettacoli in scena dal 7 al 25 luglio 2022 nell’aia di Casa Cervi. La premiazione avverrà il 25 luglio, in occasione della Storica Pastasciutta Antifascista. Il Festival è organizzato da Istituto Alcide Cervi e Boorea Emilia Ovest in collaborazione con Proges e Conad. 

TESSERE RESISTENZE
Si apre in un tempo storico difficile la 21^ edizione del Festival di Resistenza. A maggiore ragione ci sembra importante mantenere vivo lo spazio di riflessione che il Festival, attraverso il teatro, ogni anno propone, permettendo di tenerci ancorati al tempo presente e riportando l’attenzione sulla densità del termine Resistenza e sui valori che la hanno animata. Proveniente da tanti luoghi di creazione ed elaborazione, con poetiche, percorsi, temi eterogenei, il teatro è il fulcro centrale del progetto del Festival di Resistenza, che prende vita anche grazie alle iniziative che fanno da corollario ai 7 spettacoli in concorso: le performances dei giovani a inizio di ogni spettacolo, le interviste alle compagnie del dopofestival con rappresentanti del mondo della cultura, la presentazione di libri, il collegamento con la musica e la poesia che vede la collaborazione di istituzioni prestigiose come la Fondazione Toscanini e di storici compagni di viaggio come Ermo Colle. Dopo la sospensione degli ultimi anni, causa restrizioni dettate dall’emergenza sanitaria, ritornano quest’anno le degustazioni che da sempre rappresentano il legame con il territorio nel piacere dello stare insieme e dell’accoglienza, uno dei valori fondativi di Casa Cervi. A tenere unito tutto il progetto, come in una sorta di fondale, ci saranno le fotografie di scena dell’artista Anna Campanini, in mostra negli spazi espositivi del Museo Cervi fino al 31 luglio.

 

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

Ingresso a offerta libera. Prenotazione consigliata su EventBrite, alla mail [email protected] o ai numeri 0522-678356 o Tel/WhatsApp 333-3276881. Gli spettacoli si terranno all’aperto presso l’aia di Casa Cervi. In caso di maltempo gli spettacoli si terranno al chiuso presso la Sala Teatro Polivalente di Praticello di Gattatico (Reggio Emilia).

Durante le serate di spettacolo Casa Cervi rimane aperta ai visitatori. 

Dal 7 al 22 luglio 2022 presso l’Antisala di Casa Cervi è visitabile Materia prima, la mostra fotografica di Anna Campanini. La mostra è organizzata in collaborazione con il Comune di Gattatico.

Lunedì 11 luglio

Ore 21.00
INAUGURAZIONE DELLA 21^EDIZIONE DEL FESTIVAL DI RESISTENZA
Saluti della Presidente dell’Istituto Alcide Cervi Albertina Soliani e delle Istituzioni
Saluto di Silvano Franchi, fratello di Ovidio Franchi

Ore 21.30
KEPLER-452
GLI ALTRI – INDAGINE SUI NUOVISSIMI MOSTRI
Un’indagine teatrale di Kepler-452
drammaturgia e regia Nicola Borghesi e Riccardo Tabilio
in scena Nicola Borghesi

Gli Altri è un reportage teatrale su una deriva della modernità: i roghi virtuali che si alimentano dentro alcuni profili social, quelli degli Hater. Ma chi sono gli Altri/Hater? Lo spettacolo nasce dal desiderio di entrare in contatto con loro, attraverso un dialogo forse impossibile, che è anche un attraversamento di una parte di società periferica e abbandonata. 

Al termine dello spettacolo “Degustando il Teatro. Voci autorevoli incontrano la Compagnia” insieme a Monica Morini, attrice e regista, Teatro dell’Orsa.

Degustazione di “gnocco e panzerotti tipici” preparati dal Gruppo di ristorazione “Il Fosso” (Gattatico, Re)

 

Martedì 12 luglio

Ore 21.30
L.O.F.T. / Progetti&Teatro
QUESTA È LA MIA VITA
tratto dal libro “Gentilissimo sig. dottore questa è la mia vita” di Adalgisa Conti
adattamento drammaturgico Carlo Ferrari, Sandra Soncini
con Sandra Soncini
regia Carlo Ferrari

Seguendo il percorso autobiografico di Adalgisa Conti, ricostruito attraverso le lettere recuperate dalla sua cartella clinica, Questa è la mia vita si sviluppa come un viaggio dentro una memoria individuale, dove il Teatro diventa strumento di denuncia e di lotta contro quelle istituzioni che segregano e contro la violenza del sociale sulle donne.

Al termine dello spettacolo “Degustando il Teatro. Voci autorevoli incontrano la Compagnia” insieme a Roberta Gandolfi, docente di Storia del Teatro Contemporaneo dell’Università di Parma.

Degustazione dei prodotti dell’Azienda Caseificio Agricolo “Milanello Terre di Canossa” (Campegine, Re)

Mercoledì 13 luglio


Ore 21.30
Ellegipì TEATRO20
ALLUCCAMM
scritto e diretto da Luca Pizzurro
con Andrea Fiorillo e Mauro Collina

Napoli, quartieri spagnoli nei giorni convulsi che seguono l’8 settembre 1943. Dolores, in arte Reginella, è costretta dalla miseria a prostituirsi. La sua è una delle tante storie di vita della Seconda Guerra, delle tante infanzie rubate, dei sentimenti e dei sogni che resistono, assumendo talvolta sembianze impensate.

Al termine dello spettacolo “Degustando il Teatro. Voci autorevoli incontrano la Compagnia” insieme a Iefte Manzotti, studioso di storia contemporanea.

Degustazione dei prodotti de territorio a cura della Azienda “La valle del miele” (Gattatico, Re)

 

Domenica 17 luglio


Ore 21.10
#FRAMUSICAETEATRO
SGUARDI SUL TEMPO PRESENTE
con i musicisti de La Toscanini
voce narrante Marco Fragnelli
In collaborazione con Fondazione Arturo Toscanini

 

Ore 21.30
Traverso Teatro
PRESENTE!
di e con Davide Albanese, Diego Delfino, Marcella Faraci,
Giorgia Forno, Giuseppe Monastra, Michele Onori, Martina Scordino

Presente! riavvolge il nastro della vita e mostra come è andata o come sarebbe potuta andare. Giovani uomini e donne si raccontano, tra il ricordo del passato e la prospettiva sul futuro, trascinando lo spettatore in un flusso temporale, nell’avventura dell’esistenza, dai primi contatti con il mondo e i propri simili, fino ai sorrisi (talora amari) dell’età adulta.

Al termine dello spettacolo “Degustando il Teatro. Voci autorevoli incontrano la Compagnia” insieme a Mirco Carrattieri, storico e docente di storia contemporanea.

Degustazione dei prodotti della Società Agricola “Aguzzoli” (Villa Cella, RE)

 

Martedì 19 luglio


Ore 21.10
#INVASIONEPOETICA #FESTIVAL #ERMOCOLLE
Lettura poetica di Adriano Engelbrecht
In collaborazione con Ermo Colle


Ore 21.30
Teatro Metropopolare
GIOIA
drammaturgia e regia Livia Gionfrida
con Livia Gionfrida e con Daniele Savarino

Gioia è una storia d’amore senza tempo tra una madre e un figlio difficile, che decide di lanciarsi in una Grande Impresa e verso un ingiusto destino. In scena dialetto siciliano e animazioni video si alimentano di suggestioni letterarie, simboli dell’immaginario religioso, fatti di cronaca, dando vita a una singolare drammaturgia che ha per protagonisti gli ultimi, i calpestati.

Al termine dello spettacolo “Degustando il Teatro. Voci autorevoli incontrano la Compagnia” insieme a Federica Costi, vicesindaco e assessore alla scuola, turismo, ambiente Comune di Gattatico.

Degustazione dei prodotti della Azienda Vitivinicola “Ferretti vini” (Campegine, Re)

 

Giovedì 21 luglio

 

Ore 21.30
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani
MIO PADRE NON È ANCORA NATO
di Caroline Baglioni, Michelangelo Bellani
con Caroline Baglioni
regia Michelangelo Bellani

Un dialogo fra generazioni, una figlia che prova a ricomporre il rapporto -spezzato da tempo- con il padre, ripercorrendo frammenti della propria storia e di quella paterna, che la portano a riflettere sul perdono, degli altri e di se stessa. In scena un unico corpo, che è allo stesso tempo la giovane donna e il padre, entrando e uscendo dai due personaggi.   

Al termine dello spettacolo “Degustando il Teatro. Voci autorevoli incontrano la Compagnia” insieme a Mariagiuseppina Bo, docente.

Degustazione di “erbazon, scarpeson e casagaj della tipica tradizione reggiana” preparati dal Gruppo di ristorazione “Il Fosso (Gattatico, Re)

 

Sabato 23 luglio


Ore 20.00
#FRASCRITTURAETEATRO
UNA STORIA AL CONTRARIO di Francesca De Sanctis (Giulio Perrone Editore, 2020)
Dialogo con l’autrice

 

Ore 21.30
Dramelot
IL CAMPANELLO
di Roberto Del Gaudio
con Francesca Bracchino ed Elisa Galvagno
regia e scene di Sax Nicosia

Costruito su un testo funambolico, che spazia dal comico all’assurdo, fino a assumere intensità tragica, Il campanello racconta -attraverso la vicenda di Angela e Damiana- le conseguenze individuali, familiari e collettive della malattia, e il processo di adattamento non sempre facile che essa impone. 

Al termine dello spettacolo “Degustando il Teatro. Voci autorevoli incontrano la Compagnia” insieme a Cinzia Pietribiasi, attrice e regista Compagnia Pietribiasi – Tedeschi.

Degustazione dei prodotti di OLDO Birrificio – Corte della Birra (Cadelbosco di Sopra, Re)

 

Lunedì 25 luglio
STORICA PASTASCIUTTA ANTIFASCISTA
Ore 21.30 Premiazione / Consegna del primo e del secondo premio “Museo Cervi-Teatro per la Memoria” e Premio “Gigi Dall’Aglio” della Giuria Under 30

 

IL PUNTO CRITICO
Tutte le serate saranno introdotte da un blitz teatrale, una performance di ‘benvenuto’ alle rappresentazioni con il coinvolgimento di undici ragazze e ragazzi, guidati da Maurizio Bercini e Mariangela Dosi.


DEGUSTANDO IL TEATRO. VOCI AUTOREVOLI INCONTRANO LE COMPAGNIE
Al termine degli spettacoli, seguirà il ciclo di conversazioni con il pubblico e gli artisti “Degustando il teatro. Voci autorevoli incontrano le Compagnie”, approfondimenti degli spettacoli e riflessioni più ampie sul rapporto che intercorre tra la scena del teatro e il paesaggio umano, sociale e politico contemporaneo. A condurre gli incontri saranno: MariaGiuseppina Bo, Mirco Carrattieri, Federica Costi, Roberta Gandolfi, Iefte Manzotti, Monica Morini, Cinzia Pietribiasi.

Durante le interviste si potranno degustare prodotti tipici a cura di Aziende di produzione locale.

 

Il Gruppo di Lavoro è composto da Lorenzo Belardinelli, Maurizio Bercini, Mariagiuseppina Bo, Stefano Campani, Mariangela Dosi, Raffaella Ilari, Damiano Pignedoli, Giuseppe Romanetti, Michele Alinovi, Paola Varesi

La Giuria del Festival è presieduta da Maurizio Bercini (attore, autore e regista teatrale) e composta da Stefano Campani (Boorea), Lorenzo Belardinelli (curatore di rassegne teatrali), Emilia Bennardo (insegnante), Giulia Morelli (giornalista), Daniele Paterlini (assessore alla cultura, Comune di Gattatico), Damiano Pignedoli (giornalista).

La Giuria Under 30 “Premio Gigi Dall’Aglio” è composta da Giulia Artoni, Giorgia Barotti, Valentina Careddu, Federico Filice, Rosaclara Gioia, Simone Imbriani, Silvia Motta, Carlotta Paterlini, Tommaso Pecorari, Lorenzo Pisis, Federica Tavani.  

 

Gli spettacoli sono stati selezionati da Mariangela Dosi (regista), Giuseppe Romanetti (direttore artistico Teatro Comunale di Casalmaggiore), Giuliano Tenisci (direttore artistico Teatro delle Briciole/Fondazione Solares delle Arti).

In tutte le sere del Festival dalle ore 19.00 è previsto il servizio bar e cucina a cura del Gruppo di Ristorazione “Il Fosso” – Pro Loco di Gattatico (Re). È possibile prenotare ai numeri sopra citati.

 

Casa Cervi, Via Fratelli Cervi 9, Gattatico (Reggio Emilia) 

Telefono: 0522 678356 – [email protected] 

Referente Festival: Paola Varesi [email protected]

Ufficio Stampa Festival: Raffaella Ilari [email protected]

Ufficio Stampa Istituto A.Cervi: Michele Alinovi [email protected]

Prova anche

Festival di Resistenza a Casa Cervi: sabato 23 luglio alle 21.30 lo spettacolo “Il campanello” di Dramelot

Giovedì 21 luglio 2022 si terrà la settima e ultima serata del Festival di Resistenza a Casa Cervi: alle 21.30 va in scena "Il campanello" della compagnia Dramelot.