Festival di Resistenza a Casa Cervi: domenica 17 luglio in scena i musicisti de La Toscanini e “Presente!” di Traverso Teatro

Domenica 17 luglio 2022 si terrà la quarta serata del Festival Teatrale di Resistenza a Casa Cervi, giunto alla sua 21esima edizione e organizzato dall’Istituto Alcide Cervi in collaborazione con Boorea Emilia Ovest.

Si parte alle 21 circa, con Sguardi sul tempo presente, iniziativa fra musica e teatro con voce narrante di Marco Fragnelli e i musicisti della Fondazione Arturo Toscanini. A seguire, il quarto spettacolo in concorso, Presente! di Traverso Teatro.

 

Festival di Resistenza 2022

Festival 2022: il programma completo

Domenica 17 luglio

Ore 21.10
#FRAMUSICAETEATRO
SGUARDI SUL TEMPO PRESENTE
con i musicisti de La Toscanini
voce narrante Marco Fragnelli
In collaborazione con Fondazione Arturo Toscanini

 

Ore 21.30
Traverso Teatro
PRESENTE!
di e con Davide Albanese, Diego Delfino, Marcella Faraci,
Giorgia Forno, Giuseppe Monastra, Michele Onori, Martina Scordino

Presente! riavvolge il nastro della vita e mostra come è andata o come sarebbe potuta andare. Giovani uomini e donne si raccontano, tra il ricordo del passato e la prospettiva sul futuro, trascinando lo spettatore in un flusso temporale, nell’avventura dell’esistenza, dai primi contatti con il mondo e i propri simili, fino ai sorrisi (talora amari) dell’età adulta.

Al termine dello spettacolo “Degustando il Teatro. Voci autorevoli incontrano la Compagnia” insieme a Mirco Carrattieri, storico e docente di storia contemporanea.

Degustazione dei prodotti della Società Agricola “Aguzzoli” (Villa Cella, RE)

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

PRENOTA SU EVENTBRITE

Ingresso a offerta libera. Prenotazione consigliata su EventBrite o ai numeri 0522-678356 o Tel/WhatsApp 333-3276881. Gli spettacoli si terranno all’aperto presso l’aia di Casa Cervi. In caso di maltempo gli spettacoli si terranno al chiuso presso la Sala Teatro Polivalente di Praticello di Gattatico (Reggio Emilia).

Durante le serate di spettacolo Casa Cervi rimane aperta ai visitatori. 

Presente! riavvolge il nastro della vita e mostra come è andata, ma anche come sarebbe potuta andare. Racconta la crescita di giovani uomini e donne consapevoli che crescere significhi avere la libertà di sbagliare. Lo fa tramite confessioni che attraversano il mondo della scuola, a metà tra il ricordo del passato e la prospettiva sul futuro. È un’immersione nel flusso di peripezie che costellano le esistenze, dai primi approcci col mondo e coi propri simili ai sorrisi amari dell’età adulta.

Un’isola di sedie coperte da un cellophane al centro di un palco vuoto. E poi lo svelamento e l’inizio di un gioco. “Presente!” è il gioco della vita rispolverato dalla soffitta. È testimonianza vissuta, non semplicemente evocata o ricordata: è riflettore puntato sulla vita nel suo sviluppo e divenire, su esseri umani che si muovono, si incontrano, vengono a patti, si ribellano. Questa ricerca nasce dall’esigenza di entrare in rapporto con qualcosa che ha lasciato squarci in tutti noi, e con cui bisogna confrontarsi per tutta la vita: il mondo dell’infanzia, che è quello della scuola, dell’apprendimento, della scoperta, del disagio, delle cose non dette o dette male. I personaggi sono ragazzi e ragazze che crescono, avanzano, ogni tanto tornano indietro, si formano come individui, studenti, lavoratori, padri, madri, fratelli e sorelle. Ognuno cerca di affermare il proprio esistere, principalmente attraverso il raccontare guidato dai propri bisogni, da desideri, pulsioni, tormenti. Vogliamo mettere in comunicazione momenti diversi della vita delle persone, che è come far parlare parti diverse di sé; mostrare come all’inizio siamo tutti uguali, tutti deboli in forme diverse e come ciò che ci circonda ha potuto condizionare il nostro modo di esprimerci, di darci al mondo e agli altri.

Lo spettacolo è risultato vincitore del Premio alla produzione Scintille 2020 e del Premio Giuria Giornalisti Omero Antonutti al Premio Nazionale “Giovani realtà del teatro 2019.”

Traverso Teatro (Facebook | Instagram) è una compagnia formata da otto attori, provenienti da Calabria, Lombardia, Veneto, Sicilia, Toscana e Emilia-Romagna. Ed è proprio in Emilia che si sono conosciuti, nel 2016, alla Scuola di Teatro di Bologna “Alessandra Galante Garrone”. Nell’estate del 2019, dopo il corso di Alta Formazione “Intersezioni e nuovi linguaggi: teatro, musica, circo”, hanno ricevuto il diploma e hanno scelto di continuare a lavorare insieme fondando il gruppo Traverso Teatro. Alla base del loro operare c’è una forte volontà collettiva: i lavori sono sempre pensati, creati e voluti per portare in scena i diversi corpi e le diverse voci. 

Prova anche

Festival di Resistenza a Casa Cervi: sabato 23 luglio alle 21.30 lo spettacolo “Il campanello” di Dramelot

Giovedì 21 luglio 2022 si terrà la settima e ultima serata del Festival di Resistenza a Casa Cervi: alle 21.30 va in scena "Il campanello" della compagnia Dramelot.