Festival di Resistenza lunedì 11 luglio alle 21 la serata inaugurale con lo spettacolo “Gli Altri” di Kepler-452

Lunedì 11 luglio 2022 si terrà la serata inaugurale del Festival Teatrale di Resistenza a Casa Cervi, giunto alla sua 21esima edizione e organizzato dall’Istituto Alcide Cervi in collaborazione con Boorea Emilia Ovest.

Alle 21 l’inaugurazione del Festival, con i saluti istituzionali. A seguire, il primo dei sette spettacoli: Gli Altri – Indagine sui nuovissimi mostri di Kepler-452.

Evento Facebook

Festival di Resistenza 2022

Festival 2022: il programma completo

Lunedì 11 luglio

Ore 21.00
INAUGURAZIONE DELLA 21^EDIZIONE DEL FESTIVAL DI RESISTENZA
Saluti della Presidente dell’Istituto Alcide Cervi Albertina Soliani e delle Istituzioni
Saluto di Silvano Franchi, fratello di Ovidio Franchi

Ore 21.30
KEPLER-452
GLI ALTRI – INDAGINE SUI NUOVISSIMI MOSTRI
Un’indagine teatrale di Kepler-452
drammaturgia e regia Nicola Borghesi e Riccardo Tabilio
in scena Nicola Borghesi

Gli Altri è un reportage teatrale su una deriva della modernità: i roghi virtuali che si alimentano dentro alcuni profili social, quelli degli Hater. Ma chi sono gli Altri/Hater? Lo spettacolo nasce dal desiderio di entrare in contatto con loro, attraverso un dialogo forse impossibile, che è anche un attraversamento di una parte di società periferica e abbandonata. 

Al termine dello spettacolo “Degustando il Teatro. Voci autorevoli incontrano la Compagnia” insieme a Monica Morini, attrice e regista, Teatro dell’Orsa.

Degustazione di “gnocco e panzerotti tipici” preparati dal Gruppo di ristorazione “Il Fosso” (Gattatico, Re)

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

PRENOTA SU EVENTBRITE

Ingresso a offerta libera. Prenotazione consigliata su EventBrite o ai numeri 0522-678356 o Tel/WhatsApp 333-3276881. Gli spettacoli si terranno all’aperto presso l’aia di Casa Cervi. In caso di maltempo gli spettacoli si terranno al chiuso presso la Sala Teatro Polivalente di Praticello di Gattatico (Reggio Emilia).

Durante le serate di spettacolo Casa Cervi rimane aperta ai visitatori. 

Chi sono gli Altri? Noi teatranti dedichiamo molte energie a raccontare quella che ci pare una verità evidente: che coloro che tipicamente sono percepiti come altri (stranieri, senzatetto, persone LGBT+) non devono essere considerati una minaccia. E che collocare le diversità in facili categorie è tossico e pericoloso. Nel frattempo va consolidandosi intorno a noi un’altra specie di Altri: gli Hater. Odiatori di professione. I loro profili hanno un aspetto straniante: persone comuni che tra, foto di vacanze e di animali, alimentano roghi virtuali. Chi sono, dunque questi altri Altri? La nostra Indagine sui nuovissimi mostri si propone di contattarli e di tentare un dialogo all’apparenza impossibile: in un reportage teatrale che è anche l’attraversamento di una parte di società periferica e abbandonata racconteremo quest’impresa e i suoi esiti, per spingerci oltre il giusto sgomento: là dove anche la follia del razzismo e del fascismo possono essere ascoltate, col coraggio del confronto e senza rinunciare alle proprie idee. Gli altri è in fondo un tremendo desiderio di uscire dal nostro isolamento e cercare di incontrare quella parte del Paese che ci siamo ostinati a considerare minoritaria, inimmaginabile e che oggi si sta mostrando in tutta la propria potenza. 

Kepler-452 (sito | Facebook | Instagram) nasce nel 2015 a Bologna dall’incontro tra Nicola Borghesi, Enrico Baraldi, Paola Aiello. Kepler, fin dalla sua nascita, ha avuto un desiderio e un’urgenza: aprire le porte dei teatri, uscire, osservare, attraverso la lente della scena, ciò che c’è fuori, nell’incrollabile convinzione che la realtà abbia una forza drammaturgica autonoma, che aspetta solo di essere organizzata in scena. Nel corso degli ultimi quattro anni Kepler-452 ha organizzato e diretto cinque edizioni di Festival 20 30 che ha portato in scena alcune centinaia di under 30 nel tentativo di tracciare un affresco generazionale, e realizzato numerosi spettacoli, tra cui La rivoluzione è facile se sai come farla, insieme a Lo Stato Sociale, tre edizioni di Lapsus Urbano, un percorso audioguidato attraverso i conflitti del tessuto cittadino immaginato insieme all’autore teatrale Riccardo Tabilio, Comizi d’amore, un progetto di teatro partecipato ispirato all’omonimo documentario di Pasolini, La grande età  che ha portato in scena le vite di oltre venti ultraottantenni, Il giardino dei ciliegi – Trent’anni di felicità in comodato d’uso, prodotto da ERT/Teatro Nazionale e vincitore del Premio Rete Critica 2018, F. – Perdere le cose. A novembre 2020 Kepler-452 porta per le strade di Bologna la performance Consegne // Una performance da Coprifuoco, seguita da Coprifuoco //Spedizioni notturne per città deserte. A febbraio 2021 cura la regia di Comizi d’amore #BuenosAires, spettacolo inaugurale dell’edizione 2021 del FIBA, Festival Internacional de Buenos Aires. A settembre 2021 inizia il lavoro di ricerca, prodotta da ERT/Teatro Nazionale, de Il Capitale – Un libro che ancora non abbiamo letto, spettacolo ispirato all’opera di Karl Marx, per scrivere il quale la compagnia ha risieduto per alcuni mesi in una fabbrica, la GKN di Campi Bisenzio, il cui personale è stato licenziato in massa a causa di una delocalizzazione. Nell’autunno 2022 la compagnia porterà in scena alcuni dei lavoratori di questa fabbrica, tentando di raccontare attraverso la loro voce e i loro corpi le dinamiche economiche individuate in una delle opere cardinali del pensiero del ‘900.

Prova anche

Festival di Resistenza a Casa Cervi: sabato 23 luglio alle 21.30 lo spettacolo “Il campanello” di Dramelot

Giovedì 21 luglio 2022 si terrà la settima e ultima serata del Festival di Resistenza a Casa Cervi: alle 21.30 va in scena "Il campanello" della compagnia Dramelot.