Il Museo Cervi si rinnova: la riapertura dopo i lavori di riallestimento

 

Il Museo Cervi è in fase di riallestimento: l’intero percorso museale sarà totalmente rinnovato e ripensato, nella ricerca di una maggiore sintonia coi nuovi tempi e le nuove domande delle cittadine e dei cittadini, e soprattutto dei più giovani. 

I lavori sono già in corso: il Museo rimarrà temporaneamente chiuso fino a nuova comunicazione. L’Istituto Alcide Cervi ha infatti approfittato del periodo di chiusura forzata per emergenza Covid per far partire il progetto museale rinnovato, con l’idea di un Museo radicato alle origini e specchio dei valori di Casa Cervi, ma con una veste più attuale e moderna, fortemente improntata sulla multimedialità. 

L’inaugurazione del nuovo Museo è in programma per l’estate 2021. A breve, sui canali dell’Istituto, verranno pubblicati numerosi aggiornamenti sui lavori in corso e sui progetti in sviluppo, con diverse anticipazioni sul Museo che verrà.

MUSEO1

I servizi dell’Istituto rimarranno aperti: la Biblioteca Archivio Emilio Sereni è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18. La consultazione è disponibile previo appuntamento, scrivendo a biblioteca-archivio@emiliosereni.it.

La Biblioteca Cervi e la Biblioteca per Ragazzi il Mappamondo continuano il loro servizio di prestito e consultazione, sempre su appuntamento, scrivendo a morena.vannini@istitutocervi.it.

MUSEO3

 

“La storia della famiglia Cervi e del contesto in cui nasce e si sviluppa è raccontata nel Museo nato  come evoluzione della loro abitazione. Ecco proprio quel Museo adesso  – dopo 20 anni dal primo vero allestimento – si prepara ad un  ripensamento nel segno di una maggiore sintonia coi nuovi tempi e le nuove domande delle cittadine e dei cittadini, e soprattutto dei più giovani. 

 Il percorso rinnovato parte proprio dal racconto della fucilazione dei fratelli Cervi e di Quarto Camurri. Dalla morte si genera la vita: il loro sacrificio non annienta ma rinforza l’antifascismo  e ne prepara la diffusione. Da questa drammatica cesura parte una nuova consapevolezza di impegno e di lotta che si traduce nella Resistenza e allo stesso tempo traccia un cammino che vive ancora oggi.

Le sale del Museo intendono cosi arricchirsi di nuove testimonianze, di contributi video, mentre le pareti  diventano un vortice che immerge il visitatore nella storia della famiglia Cervi e da lì lo porta a riflettere sulla sua esperienza nel tempo presente, annodando i fili della storia e sperimentando come quei valori per cui tanti hanno vissuto e combattuto sono forti ancora oggi. Libertà democrazia uguaglianza diritti dignità del lavoro Costituzione antifascismo. 

Li si ritrova nella vita quotidiana della famiglia raccontata nella stalla, nelle stanze dell’abitazione, negli oggetti che raccontano il lavoro della terra, il loro lavoro e quello di tante altre donne e uomini, che si incontrano negli spazi della casa diventata Museo, fondando una nuova socialità antifascista che trova una sintesi nel mappamondo, simbolo di questa vicenda. Luogo simbolico e reale dell’incontro, nella stalla e attorno al mappamondo verranno collocate le sedute per la sosta dei visitatori , dopo essersi misurati con l’incalzare degli eventi che cambiano la storia, e prima di entrare nella casa. 

Qui un ruolo fondamentale lo hanno le donne della famiglia, la madre Genoeffa insieme a Iolanda, Margherita, Irnes, Verina, che tessono le relazioni umane su cui si costruisce la Resistenza e sperimentano i diversi modi dell’impegno. 

La vicenda della famiglia Cervi segna anche un dopo, che si interseca con la storia e la memoria collettivi.

Nella stanza che negli anni 60 del secolo scorso vede nascere il primo nucleo del Museo, saranno esposti oggetti, lettere, testimonianze , doni portati da tanti che negli anni hanno vissuto questa vicenda come un riferimento per la formazione di una coscienza civile, di un patto di cittadinanza che si rinnova dentro solide radici.

Aggiornare il percorso di questa storia negli spazi della casa Museo, consegnarli ripensati ai prossimi anni è l’impegno dei prossimi mesi, che intende concludersi entro la metà del 2021″.

 

Paola Varesi
Museo, Attività Culturali e Teatrali

Prova anche

18° FESTIVAL TEATRALE DI RESISTENZA: SPETTACOLI VINCITORI – DAL 7 AL 25 LUGLIO A CASA CERVI

Giunge alla 18^ edizione IL FESTIVAL TEATRALE DI RESISTENZA Casa Cervi dal 7 al 25 …