L’Assessore Regionale all’Agricoltura Alessio Mammi in visita all’Istituto Cervi, insieme al Prefetto di Reggio Emilia Iolanda Rolli


Ieri, 3 febbraio 2021, l’Assessore Regionale all’Agricoltura Alessio Mammi si è recato in visita presso l’Istituto Cervi per un’occasione di aggiornamento reciproco sulle numerose attività culturali e strategiche in corso in questo importante luogo di memoria e ente di cultura, legato alla memoria del ‘900 così come al paesaggio agrario e alla terra. Il rapporto con la Regione Emilia-Romagna resta fondamentale per l’Istituto Cervi, non solo all’interno della Legge 3/2016 sulla Memoria, ma anche nei numerosi progetti e collaborazione in essere e in elaborazione su molti ambiti, dalla legalità alla educazione alla cittadinanza, fino alla valorizzazione territoriale e la ricerca sui temi del paesaggio.

Insieme all’Assessore Mammi si è unito alla visita il Prefetto di Reggio Emilia Iolanda Rolli, che fin dal suo arrivo nella nostra città ha da subito espresso forte vicinanza verso Casa Cervi e la sua attività. E’ stata dunque l’occasione per mostrare ad entrambi le attività in corso, a partire dalla visita al cantiere del nuovo Museo Cervi, in corso di riallestimento nei mesi della chiusura forzata per l’emergenza pandemica.

Accolti dal Presidente dell’Istituto Alcide Cervi Albertina Soliani e dallo staff dell’Istituto, l’Assessore Mammi e il Prefetto hanno potuto conoscere da vicino anche l’esperienza della Biblioteca per Ragazzi il Mappamondo, di recente apertura e che ha costituito nei mesi di digitalizzazione forzata della cultura un importante polmone di proposte ed attività. Allo stesso modo, gli ospiti hanno potuto vedere gli studi della web radio di Casa Cervi, Il Raccolto, che in questi mesi ha rinnovato il palinsesto culturale con modalità e strumenti nuovi.

Ne è seguito un approfondito incontro con l’Assessore e il Prefetto dove la Presidente Soliani ha illustrato tutti i filoni di attività e vitalità culturale in atto, con un rinnovamento strutturale e di contenuti che negli ultimi tempi ha generato piste inedite di lavoro e collaborazione. L’Assessore Mammi ha colto tutti gli spunti nel quadro di una più generale e strategica collaborazione tra Istituto Cervi e Regione Emilia Romagna, in sinergia con tutti gli Assessorati già coinvolti o da coinvolgere: Cultura, Agricoltura, Scuola. Una “progettazione strutturale” con la Regione Emilia-Romagna per i prossimi anni, ha ribadito l’Assessore Mammi.

I Sindaci dei Comuni di Gattatico e Campegine, Luca Ronzoni e Giuseppe Artioli, si sono uniti ai saluti finali, ribadendo la centralità dell’Istituto nella promozione e produzione culturale del territorio, specialmente per i due comuni che sono soci fondatori del Cervi.

L’Assessore Mammi ha lasciato a Casa Cervi questo saluto: “È stato un grande onore poter prendere parte alla visita istituzionale organizzata dall’istituto Cervi di Gattatico. Un ringraziamento sincero alla Presidente Soliani e a tutto lo staff dei collaboratori che ogni giorno è impegnato nell’opera di divulgazione della storia e della cultura locali in chiave antifascista e solidale. L’Istituto Cervi è una scuola di cittadinanza per tante persone: un grande patrimonio storico, civile e morale. Una particolare menzione merita il Fondo Sereni nella divulgazione storica, una ricchezza da salvaguardare per le profonde matrici culturali e di conoscenza in campo agricolo”.

Al termine dell’incontro Albertina Soliani ha potuto commentare: “La Regione a Casa Cervi è una spinta per il futuro. Il valore della democrazia, una forte collaborazione tra le comunità e le istituzioni, i progetti e l’investimento nell’agricoltura e il paesaggio, insieme con l’Università, per la ricerca. Con la forza del passato, resistiamo ora e costruiamo il futuro. Stamattina abbiamo avuto esempio di una nuova stagione di vitalità politica e progettuale. Grazie, Assessore Mammi. Grazie sig,ra Prefetto”.

Istituto Alcide Cervi

Prova anche

Il Comune di Mercato Saraceno sceglie di associarsi all’Istituto Alcide Cervi

Nel Giorno della Memoria il Comune di Mercato Saraceno (Forlì-Cesena) onora la cultura antifascista deliberando l'associazione all'Istituto di Gattatico (Reggio Emilia). Sono oltre 140 gli enti pubblici e privati sostenitori di Casa Cervi.