Il Comune di Mercato Saraceno sceglie di associarsi all’Istituto Alcide Cervi

Nel Giorno della Memoria il Comune di Mercato Saraceno (Forlì-Cesena) onora la cultura antifascista deliberando l’associazione all’Istituto di Gattatico (Reggio Emilia). Sono oltre 140 gli enti pubblici e privati sostenitori di Casa Cervi.
 
 
In occasione del Giorno della Memoria, il Comune di Mercato Saraceno (Forlì-Cesena) ha deciso di diventare socio dell’Istituto Alcide Cervi di Gattatico (Reggio Emilia). Una scelta importante, simbolica e insieme concretissima in favore dell’Istituto, uno dei luoghi di memoria più importanti d’Italia, che conserva e promuove il patrimonio museale, la storia dei Sette Fratelli Cervi e i valori della Resistenza e di antifascismo.
 
Ci sono strade che questa Amministrazione comunale vuole fermamente percorrere, e una di queste si chiama antifascismo“, ha scritto Monica Rossi, Sindaco di Mercato Saraceno. “In questi anni lo abbiamo fatto onorando la Resistenza e le nostre staffette partigiana, tenendo sempre bene a mente le parola democrazia e memoria. Un’altra strada che ci piace percorrere è quella delle nostre radici contadine, della nostra cultura. Abitiamo un vasto territorio rurale, ricco di storia, e le mani dei nostri anziani hanno lavorato sodo la terra e si sono adoperati per il riscatto sociale. Per questo motivo aderiamo con orgoglio e convinzione all’Istituto Cervi, proprio perché racchiude e divulga tutto ciò in cui crediamo, un importante patrimonio da conoscere e studiare, per avere le chiavi di lettura sul passato e conquistare la giusta curiosità per pervenire ad una autonomia di pensiero. L’adesione all’Istituto Cervi è un dono per la nostra Comunità di oggi ma anche per un ponte sul nostro futuro, un orgoglio che porteremo dentro nostre le scuole instillando nei ragazzi il seme della curiosità e della conoscenza“.
 
Il Comune di Mercato Saraceno si aggiunge così agli oltre 140 soci ordinari e sostenitori dell’Istituto Alcide Cervi (tra Comuni, sindacati e associazioni pubbliche e private) a cui si aggiungono le decine di soci e sostenitori individuali. Il Sindaco ha ricevuto i ringraziamenti di Albertina Soliani, con l’invito di visitare Casa Cervi non appena sarà finito il periodo di emergenza Covid e verrà inaugurato il nuovo percorso museale. 
 

Prova anche

L’Assessore Regionale all’Agricoltura Alessio Mammi in visita all’Istituto Cervi, insieme al Prefetto di Reggio Emilia Iolanda Rolli

Albertina Soliani: “La Regione a Casa Cervi è una spinta per il futuro. Il valore della democrazia, una forte collaborazione tra le comunità e le istituzioni, i progetti e l’investimento nell’agricoltura e il paesaggio, insieme con l’Università, per la ricerca. Con la forza del passato, resistiamo ora e costruiamo il futuro. Stamattina abbiamo avuto esempio di una nuova stagione di vitalità politica e progettuale. Grazie, Assessore Mammi. Grazie sig,ra Prefetto".