Pioppo bianco

Populus alba L.

In dialetto albarèla o piòpa, è un albero ad ampia chioma arrotondata, alto 15-30 metri e dalla corteccia grigia scura. Può vivere fino a 400-500 anni. Le foglie sono semplici, da ovate a palmato lobate, lucide di colore verde scuro sopra, con una fitta pelosità biancastra sotto. I fiori sono unisessuali, pendono in amenti. Il frutto è una piccola capsula allungata che si apre in due valve e contenente numerosi semi provvisti di peli molto sottili e cotonosi. È una specie propria dei suoli alluvionali che contornano i corsi d’acqua e i bacini lacustri e caratterizzano le depressioni umide; vive anche nei boschi di pianura e nelle radure.

Il suo legno, dolce ma compatto, è pregiato e trova impiego in lavori di decorazione e falegnameria; viene utilizzato soprattutto per la fabbricazione di scatole da sigari e di tavole da disegno.

Populus deriva dall’espressione latina arbor populi cioè “l’albero del popolo”, termine con il quale i romani designavano questa pianta molto diffusa; alba significa “bianca”.

 

Torna alla mappa virtuale del Parco Agroambientale

Prova anche

Protetto: Festival di Resistenza 2020 – Area Riservata Stampa

Non è disponibile alcun riassunto in quanto si tratta di un articolo protetto.