Foto di Alex Travaglioli

Festa della Liberazione a Casa Cervi: un messaggio al territorio

 

UN EVENTO DAVVERO STRAORDINARIO

Sono state moltissime le persone venute da tutta Italia (e oltre) a Casa Cervi per questo 25 aprile. Mai così tante, in una misura che non si poteva prevedere.
Sono stati purtroppo registrati diversi disagi, sia per i visitatori che per il territorio, pacificamente invaso da un immenso pubblico. In grande maggioranza rispettoso, con qualche significativa eccezione, che hanno patito strade, cortili e campi coltivati.

L’Istituto Cervi, in quanto organizzatore della festa insieme alle istituzioni a livello locale e sovralocale, vuole scusarsi con quanti hanno dovuto fare i conti con queste difficoltà, sia coi partecipanti che coi residenti. Lo vogliamo fare a partire dai ringraziamenti alle forze dell’ordine: Polizia Locale, Carabinieri, Polizia di Stato, Vigili del Fuoco, Polizia Provinciale, che hanno costantemente monitorato l’evento con gli organizzatori, e coordinato i moltissimi volontari della sicurezza e gli addetti alla viabilità delle associazioni di protezione civile coinvolte, e delle altre agenzie incaricate a questa manifestazione così complessa.

Quest’anno la sinergia con tutti i livelli istituzionali, a partire dalla Prefettura e dalla Questura, passando per la Provincia e i Comuni di Gattatico e Campegine è stata portata ad un ulteriore livello di collaborazione. L’afflusso di pubblico senza precedenti ha messo a dura prova tutto il lavoro di coordinamento, pur mantenendo il controllo della manifestazione che si è svolta senza inconvenienti di rilievo.

Sono già allo studio con le autorità competenti, le istituzioni e le associazioni coinvolte ulteriori azioni per migliorare tutti i servizi di mobilità, i parcheggi e la gestione di questo pubblico che presumiamo continuerà a premiare la festa del 25 aprile a Casa Cervi. Vogliamo ringraziare tutti i cittadini di Gattatico e Campegine che con la loro pazienza e comprensione concorrono alla riuscita di questo evento così importante ma anche così complesso. Faremo ogni sforzo per minimizzare l’impatto problematico, e lasciare sul territorio solo le ricadute positive della manifestazione.

Ci scusiamo ancora con tutti coloro che nella splendida giornata di ieri hanno avuto difficoltà e disagi. Si resiste anche così, si resiste nelle piccole cose, di fronte ai messaggi, ai momenti, ai sentimenti importanti, come il 25 aprile. Questo numerosissimo popolo per Casa Cervi ce lo testimonia ogni anno.

Istituto Alcide Cervi

Prova anche

Celebrazioni dell’80° anniversario dell’eccidio dei Sette Fratelli Cervi e di Quarto Camurri

Il 27 e 28 dicembre il ricordo della fucilazione a Guastalla, a Campegine, a Reggio Emilia e a Casa Cervi (Gattatico). L’orazione ufficiale sarà affidata al Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini.