Anche Casa Cervi aderisce a “M’illumino di Meno”

Venerdì 16 febbraio anche l’Istituto Alcide Cervi di Gattatico aderisce alla XX edizione di M’illumino di Meno, la Giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, nata nel 2005 da un’idea della trasmissione radiofonica Caterpillar di Rai Radio 2. L’iniziativa coinvolge le biblioteche dell’Istituto: la Biblioteca Archivio “Emilio Sereni”, la Biblioteca Cervi e la Biblioteca per ragazzi “il Mappamondo”.

COMUNICATO STAMPA (PDF | DOC

LOCANDINA

Nel corso della giornata del 16 febbraio l’Istituto si impegnerà a  spegnere tutte le luci, lasciando solo quelle strettamente necessarie; abbasserà di 2 gradi il riscaldamento degli spazi per il pubblico e per il lavoro e  si impegnerà a sensibilizzare gli utenti e i visitatori a riflettere sull’uso dell’energia sostenibile. Un messaggio importante, destinato anche ai più giovani: il 16 febbraio sarà infatti prevista una attività laboratoriale sull’uso consapevole dell’energia per le classi 3ª, 4ª e 5ª dell’Istituto Agrario di Albenga (Savona), in visita quel giorno.

L’Istituto Alcide Cervi è da molti anni attento alle tematiche ambientali. Già dal 2013, infatti, ha attivato comportamenti sostenibili presso le proprie strutture: l’edificio che ospita le biblioteche e gli archivi sui temi del paesaggio e della memoria della famiglia Cervi e dello statista e studioso del paesaggio Emilio Sereni, è alimentato con energia solare prodotta da un vasto impianto fotovoltaico da 98,70 KWp, capace di una potenza istantanea di 20 Watt, con un’energia media prodotta di 846492 KWh circa.

Casa Cervi è stata quindi fra i pionieri nell’uso dell’energia rinnovabile attraverso i pannelli fotovoltaici, negli ultimi anni sempre più diffusi nella Pianura Padana e nel nostro Paese. Un’azione in linea con gli obiettivi 2030 in tema di Green Deal Europeo: la Commissione Europea, infatti, ha proposto di innalzare dal 40% al 55% la riduzione delle emissioni di CO2 entro il 2030. Questo ambizioso obiettivo deve necessariamente passare per l’aumento della capacità di produzione di energia elettrica da quella solare.

Prova anche

Presentazione della ricerca “Fratelli Cervi. La storia e la memoria” – Reggio Emilia, 24 aprile ore 17