Radio Il Raccolto • Difformazione, atto 1

Ascolta “Difformazione, atto 1 – Lettera e testamento” su Spreaker.

 

 

Scrivici a radioraccolto@istitutocervi.it

 

Torniamo con una nuova puntata de Il Raccolto • La Radio che Semina, la prima web radio di Casa Cervi a cura di Mirco Zanoni e Paolo Papotti.

Questa è la prima puntata di un ciclo nuovo di zecca, chiamato Difformazione. Un neologismo inventato da noi per definire qualcosa, appunto, “difforme” dal sapere. Il primo atto prende il nome dalla Cartolina da Casa Cervi:

«Dire fare e persino baciare, ci ricordano i bambini, ha ancora un senso. Affermare e costruire, con la cura che serve, e con l’amore per la verità.

Ci siamo altrettanto abituati al disdire e al disfare, con la scusa della realtà liquida. Ci siamo rassegnati persino al dis-sapere. Con la nuova parola che forse serve, viviamo nella Difformazione. E abbiamo cominciato forse con la dis-memoria, che è diverso dal dimenticare, processo naturale e persino sano di un corpo singolare o plurale che sia».

Parliamo anche di una ricorrenza importante: il 9 maggio 1978 veniva ucciso Peppino Impastato, attivista, giornalista e conduttore radiofonico siciliano. Un grande uomo che si è opposto contro la mafia e le ingiustizie, pagando con la vita il suo infinito coraggio.

Di lui parliamo con un ospite di eccezione e grande amico di Casa Cervi: Giovanni Impastato, fratello di Peppino.

Naturalmente protagonista è sempre la musica. Per l’occasione abbiamo scelto tutti brani del 1978: da Hold The Line dei Toto a Baker Street di Gerry Rafferty.

Buon ascolto!

Prova anche

Radio Il Raccolto • Indecenni illustri, parte 1. Anni Cinquanta

Nuova settimana, nuovo ciclo di puntate de Il Raccolto • La Radio che Semina, il podcast di Casa Cervi a cura di Mirco Zanoni e Paolo Papotti.