8 Marzo 2020

Un 8 marzo non previsto, questo del 2020.
Sconosciuto, incerto sul futuro.
Di una nuova, necessaria consapevolezza.
Di una nuova Resistenza.

Donne in prima linea:
                      nelle corsie degli ospedali,
                      nelle famiglie,
                      nelle istituzioni e nello Stato,
                      nei luoghi di cura,
                      nell’informazione,
                      nella cultura, nell’arte,
                      nella scienza,
                      nella scuola e nelle università,
                      nei laboratori di ricerca,
                      nelle attività produttive.
Con una certezza:la vita è politica, ogni conquista nasce dal dolore, dalla lotta.
Le donne si prendono cura della vita,
le donne dovranno prendersi cura della politica.

Il XXI secolo, appena iniziato, le vedrà protagoniste.
Dopo il ‘900, il secolo della rivoluzione femminile,
il XXI secolo le vedrà artefici del mondo nuovo, in tutti i campi.
Con loro crescerà la pace.
Sotto tutti i cieli, dall’Asia all’Africa, dalle Americhe all’Europa.
I Paesi poveri cammineranno velocemente con in testa le donne.
Alcune, molte di loro ancora cadranno, ma la storia avrà il loro timbro.

Continua la sofferenza delle donne nella storia:
                                 colpite dalla violenza maschile,
                                 violate nel corpo e nello spirito,
                                 negati i loro diritti,
                                 sospinte dalle migrazioni, dalla fame,dalle guerre verso nuovi lidi,
                                 spesso verso la morte.
Il mondo globale unisce gli uomini e le donne,
li unisce nel dolore, nella resistenza, nella fiducia.

A Casa Cervi è aperta una mostra, di Clelia Mori, sulle donne che lavorano con una
parità solo apparente.Da Melfi a Casa Cervi.

Buon 8 Marzo, da Casa Cervi.
Dove il vuoto della fucilazione degli uomini è stato coperto, con compassione e tenacia,
dalle donne.
Perché dopo un raccolto, ne viene un altro.
Le donne, con Genoeffa, il vecchio Alcide, i piccoli nipoti hanno raccolto il testimone
della libertà, per una semina continua.
Hanno raccolto il testimone della vita.

Anche oggi quel testimone è nelle mani di molte molte donne.
Rifiorisce la mimosa, è primavera.

Buon 8 Marzo 2020.
E per sempre.

Albertina

Prova anche

La nuova cartolina per il 78° anniversario dell’arresto dei Sette Fratelli Cervi

In occasione del 78esimo anniversario dell'arresto dei Sette Fratelli Cervi, il 25 novembre 1943, l'Istituto Alcide Cervi ha creato una nuova cartolina commemorativa "78 anni dopo. Immagini e parole in formato cartolina", uno dei nuovi gadget in vista dell'inaugurazione del nuovo Museo Cervi.