SEDE

Perché un Master proposto dall’Istituto Alcide Cervi – Biblioteca Archivio Emilio Sereni

L’Istituto Alcide Cervi, erede e custode del patrimonio culturale, documentale e archivistico di Emilio Sereni, lo studioso e il politico che rappresenta tuttora un punto di riferimento inevitabile per un approccio alla storia delle aree agricole nel nostro Paese, ma anche Casa Museo alla memoria dei sette fratelli contadini reggiani, sperimentatori agricoli, innovatori, autodidatti, è il luogo da sempre impegnato nel mettere a fuoco il difficile rapporto tra soggetti decisori e saperi esperti in materia di territorio, paesaggio, agricoltura, lavoro della terra e lotte sociali.

Attraverso le edizioni della Summer School Emilio Sereni Storia del paesaggio agrario italiano e della Scuola di Governo del Territorio SdGT Emilio Sereni, l’Istituto Cervi produce conoscenza professionale, capacità di muoversi trasversalmente fra i diversi saperi settoriali, costruisce percorsi formativi caratterizzati da un’esperta competenza disciplinare, con apertura al territorio nazionale e internazionale, per far dialogare e interagire studiosi, tecnici e amministratori al fine di comprendere e compenetrare a più livelli sfide istituzionali, problemi emergenti, risposte possibili.

Per tutte queste attività l’Istituto Cervi si avvale della stretta collaborazione di docenti provenienti da diverse Università sparse sul territorio nazionale con le quali è stipulata una convenzione scientifica che prevede l’organizzazione di iniziative quali attività formative ed educative, corsi di formazione, scuole estive, convegni, seminari, workshop, laboratori, pubblicazioni, dedicati alla valorizzazione del paesaggio agrario e alla progettazione del territorio, allo sviluppo degli insediamenti, alla cultura e all’identità dei luoghi, alle questioni della storia, della didattica e della pianificazione.

Le convenzioni scientifiche in atto alla data attuale sono stipulate con: Università di Modena e Reggio Emilia; Università del Molise; Politecnico Torino, Scuola di specializzazione in Beni architettonici e del Paesaggio; Università della Basilicata: Dipartimento delle Culture europee e del Mediterraneo; Università di Bologna: Dipartimento Scienze dell’Educazione “M. Bertin”; Università di Cagliari: Dipartimento di Storia, Beni culturali e Territorio; Università di Catania: Dipartimento di Ingegneria civile e Architettura; Università di Macerata: Dipartimento di Studi Umanistici; Università di Roma La Sapienza: Dipartimento di Architettura e Progetto; Università di Salerno: Dipartimento di Scienze del Patrimonio culturale; Università di Perugia: Dipartimento di Scienze Politiche; Università della Tuscia: Dipartimento di Scienze agrarie e forestali; Università di Cipro: Girne American University, fac Arch. Design Fine Arts.

È stata inoltre stipulata una convenzione con il Segretariato Regionale del Ministero dei Beni e delle Attività culturali dell’Emilia Romagna per lo svolgimento di attività formative in materia di paesaggio.
Infine, altri docenti universitari che collaborano stabilmente con l’Istituto Cervi sui temi del paesaggio afferiscono alle Università di Parma, Genova, Firenze, Padova, Politecnico di Milano, Foggia, Pisa.

L’Istituto Alcide Cervi è Ente accreditato MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) per la formazione e l’aggiornamento del personale docente delle scuole di ogni ordine e grado ai sensi della Direttiva n.° 170 del 21 marzo 2016.

In data 19 luglio 2016 on il MIUR è stato inoltre siglato il Protocollo d’Intesa per la “Promozione di iniziative, ricerche e studi sul paesaggio multiculturale della scuola italiana e sull’integrazione scolastica dei minori stranieri”
Con l’USR (Ufficio Scolastico Regionale) Emilia Romagna, l’Istituto Cervi ha rinnovato il Protocollo d’Intesa siglato digitalmente in data 21 febbraio 2016, prot. MIUR.AOODRER n.2107.29-02-2016 per gli anni scolastici 2015-2016 e 2016-2017