Home > Archivio iniziative > Archivio Paesaggio > Inaugurazione NASSE/LAAI* di Antonella De Nisco > Summer School Sereni 2017

Inaugurazione NASSE/LAAI* di Antonella De Nisco > Summer School Sereni 2017

NASSE/LAAI*
(Laboratorio di Arte Ambientale Itinerante)
Inaugurazione installazione collettiva a cura di Antonella De Nisco
27 agosto 2017 ore 18,30 a Casa Cervi

durante le giornate di studio della

IX edizione della Summer School Emilio Sereni
PAESAGGIO patrimonio culturale e turismo
27 al 31 agosto 2017

@Biblioteca Archivio Emilio Sereni/Istituto Cervi

sfoglia il programma completo

leggi tutto

Nassa strumento per la pesca, contenitore intrecciato in giunco e altro, una rete chiusa, di forma ovoidale, con un’apertura che consente l’ingresso ma dalla quale è impossibile uscire. Entrare nella nassa significa rimanere preso in un imbroglio, restare imprigionati. L’installazione di improbabili Nasse, costruzione simbolica e reale degli arnesi usati da pescatori, rimanda a concetti di spazio, precarietà e importanza della natura, ricordandoci che oggi, nelle nostre quotidiane distrazioni, i pescati siamo noi!

Nasse è l’idea di una installazione eseguita collettivamente, allusione al paesaggio fluviale, attraverso la costruzione di segni-manufatti realizzati ad intreccio con materiali della lavorazione palustre ad evocare luoghi reali e metaforici, suoni, rumori, sibili e silenzi.

30 agosto 2017, ore 15.00-18.00: Laboratorio con Antonella De Nisco per la realizzazione di una installazione collettiva, eseguita con tecniche semplici d’ intreccio, costituita da piccole strutture preesistenti realizzate con giunco, bambù e altri materiali naturali del nostro territorio come il salice. Nasse/telai, oggetti di grandezza variabile, collocati verticalmente e orizzontalmente sul terreno verranno completati con il gruppo degli iscritti al laboratorio negli spazi adiacenti alla Biblioteca Archivio Emilio Sereni

* Il lavoro artistico di LAAI (Laboratorio di Arte Ambientale Itinerante) di Antonella De Nisco e Giorgio Teggi ha tra le finalità principali quelle di segnalare, far riposare e riparare i luoghi, attraverso costruzioni metaforiche realizzate ad intreccio e poco invasive che non interrompono il transito ma creano qualità simboliche aggiuntive ai luoghi.

Antonella De Nisco vive a Reggio Emilia. Artista e docente di storia dell’arte, affianca alla pluriennale attività espositiva la realizzazione di progetti, installazioni site-specific, eventi e lezioni. Insieme a Giorgio Teggi ha ideato il LAAI, Laboratorio di Arte Ambientale Itinerante, con il quale realizza, insieme a gruppi di cittadini, installazioni territoriali intrecciate, tessute, assemblate. È autrice di articoli e ricerche sulla formazione e la didattica dell’arte. Raccoglie le sue esperienze artistiche nella serie di pubblicazioni tascabili “Collane di Plastica”.

Check Also

40 anni di C.I.A. > 18 ottobre 2017

Mercoledì 18 ottobre 2017 dalle ore 10.00 a Casa Cervi Alle radici della Confederazione Italiana …