Home > Archivio iniziative > Archivio Paesaggio > PAESAGGI CONTEMPORANEI IN FORMAZIONE > 14 e 15 aprile

PAESAGGI CONTEMPORANEI IN FORMAZIONE > 14 e 15 aprile

Potenza 14 aprile / Matera 15 aprile 2016

Convegno nazionale sui temi del paesaggio organizzato dall’Università degli Studi della Basilicata in collaborazione con la Biblioteca Archivio Emilio Sereni

patrocinato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo
nell’ambito delle manifestazioni di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura

scarica -> Pieghevole programma (pdf)

MateraWEB

Rispetto ai primi e originali tracciati, i recenti studi sui paesaggi si sono recentemente arricchiti di una vasta quanto variegata gamma di varianti sul tema, grazie agli apporti di archeologi, biologi, geologi, territorialisti, agronomi, ecologisti, tutti variamente rappresentati al recente convegno di Gattatico (9-12 novembre 2011) in occasione del cinquantenario della prima Storia del paesaggio agrario italiano con la quale Emilio Sereni avviava in Italia un filone di studi che in Francia, e non solo, vantava già mezzo secolo di qualificate ricerche.

All’eredità scientifica e culturale raccolta e trasmessa dal celebre studioso ci rifacciamo anche noi, nell’acquisita consapevolezza del superamento di uno spettro di indagine che, privilegiando le fonti di tipo narrativo o descrittivo, iconografico o figurativo, centrava l’elemento della “rappresentazione” del paesaggio a preferenza della sua evoluzione, vale a dire della sua inerente storicità.

Allo stesso modo, e nello stesso senso, si intende superata la nozione di paesaggio geografico come sintesi astratta dei paesaggi visibili, rapportandoci all’uomo per così dire ecologico, inteso cioè più come parte che come agente della natura. Partendo dal descrittivo e avvalendoci del figurativo, si tratta quindi di procedere per svariati gradi a crescenti livelli di approssimazioni, in un affinamento ricognitivo capace di restituire non solo i <<segni>> ma anche la misura dei cambiamenti nelle loro dislocazioni spaziali –la diffusione di determinate colture-, e nelle loro successioni temporali. Per questa via, assume carattere di ineludibilità l’indagine storica quale effettuale dimensionalità dei fattori antropici, colti nelle loro capacità adattive, e nei loro processi trasformativi.

Comitato scientifico
Giuseppe Barone, Piero Bevilacqua, Gabriella Bonini, Paolo Augusto Masullo, Ferdinando Mirizzi, Michelangelo Morano, Bruno Pellegrino, Luigi Stanzione, Giuseppe Vacca
Segreteria organizzativa
Dott. Michele Mennuni – michele.mennuni@unibas.it – Dott. Giovanni Casaletto -  giovannicasaletto@gmail.com -
Dott. Gaetano Morese – gaetano.morese@virgilio.it

scarica -> Pieghevole programma (pdf)

Matera-manifestoWEB